martedì 16 Luglio 2024

Il Potenza di Caiata: i numeri di cinque anni di gestione
I

Il Potenza di Caiata: dalla vittoria in Serie D fino alla permanenza in Serie C per il quinto anno consecutivo. Tra playoff e salvezze, tutti i numeri degli ultimi cinque anni della formazione rossoblù

Quando si parla del Potenza di Caiata si parla ovviamente di una realtà solida, strutturata. Una realtà le cui basi vengono gettate nel luglio del 2017, vale a dire nel momento in cui l’imprenditore potentino diventa socio di maggioranza e presidente della società.

Una società che molto bene aveva fatto nelle precedenti stagioni in Serie D, senza però riuscire a ottenere il tanto agognato passaggio in Serie C. È infatti con l’avvento del futuro deputato che la squadra cambia completamente registro. L’annata 2017-2018 è un successo: il Potenza vince il campionato con 81 punti, frutto di 25 vittorie, 6 pareggi e appena 3 sconfitte.

L’attacco (81 gol segnati) e la difesa (28 gol incassati) sono le migliori del torneo e i punti di vantaggio sulla Cavese, che chiude in seconda posizione, sono cinque. Da ricordare, poi, la striscia di sette vittorie consecutive ottenuta nelle prime sette partite della stagione. Sette partite in cui i rossoblù segnano ben 25 gol subendone appena 3.

La classifica marcatori, al termine del campionato, vede al comando Volpicelli del Francavilla con 29 reti, ma le 25 marcature dell’inesauribile Carlos França valgono molto di più.

La Serie C ritrovata dopo otto anni: la stagione 2018-2019

La promozione aritmetica in Serie C arriva domenica 29 aprile 2018 grazie alla vittoria interna, per 3-1, sul Taranto. Una promozione ottenuta con turno d’anticipo che riporta Potenza e il Potenza in Serie C a distanza di otto anni dall’ultima partecipazione.

La terza serie è il luogo in cui la compagine lucana merita di stare, ma è anche il luogo che si palesa subito angusto per i rossoblù che nelle prime quattro partite riescono a portare a casa solo due punti perdendo contro Catanzaro e Juve Stabia e impattando contro Monopoli e Paganese.

Bisogna infatti aspettare il 15 ottobre (sesta giornata) per festeggiare il primo successo stagionale che arriva grazie allo 0-2 sul campo del Rende. Per celebrare il primo trionfo tra le mura amiche del Viviani è necessario attendere, invece, il 3 novembre (decima giornata), giorno in cui i leoni sconfiggono per 3-1 il quotatissimo Catania.

Alla fine della regular season i potentini sono quinti in classifica, in piena zona playoff, con 57 punti, frutto di 14 vittorie, 15 pareggi e 7 sconfitte. I gol segnati sono 45 e quelli subiti 32. Capocannoniere della squadra, per il secondo anno di fila, Carlos França, autore di 11 gol.

I playoff iniziano alla grande per i rossoblù che buttano fuori prima il Rende e poi la Virtus Francavilla. Tuttavia, la fase nazionale si rivela, però, fatale per la formazione di Giuseppe Raffaele la quale, nei quarti di finale, non va oltre un 2-2 complessivo contro il Catania di Andrea Sottil che, grazie a questo risultato, in virtù del miglior piazzamento in graduatoria al termine della stagione regolare, estromette i lucani dalla corsa alla Serie B.

Il secondo anno consecutivo in Serie C: l’annata 2019-2020

Messa in archivio la stagione 2018-2019, il Potenza del presidente Caiata si appresta a un’altra stagione da protagonista nel girone C di Serie C. Il campionato inizia bene. I leoni vincono tre delle prime quattro partite e, come accaduto l’anno prima, stazionano costantemente nelle zone alte della classifica.

Alla vigilia della trentesima giornata i lucani sono a due punti dal terzo posto del Monopoli che domenica 8 marzo 2020 perde 1-0 in casa contro la Casertana. La gara con la Cavese del giorno dopo è l’occasione giusta per i rossoblù per andare a più uno sui pugliesi, ma il pareggio per 0-0 del Romeo Menti di Castellammare di Stabia vanifica tutto.

È questa l’ultima partita della stagione regolare. Il 10 marzo, infatti, visto il dilagare della pandemia di Coronavirus, la Figc sospende tutti i campionati. Si tratta di un provvedimento considerato inizialmente temporaneo, che diventa però definitivo il successivo 8 giugno, quando la federazione decide di dichiarare conclusa la regular season 2019-2020.

In virtù del quarto posto conquistato al termine delle 30 partite disputate fino a quel momento, il Potenza, con 57 punti (16 vittorie, 8 pareggi, 6 sconfitte), 36 gol segnati e 23 subiti accede quindi ai playoff.

Playoff dai quali i potentini estromettono subito il Catanzaro grazie all’1-1 interno del 5 luglio che premia i padroni di casa i quali, meglio posizionati in classifica rispetto ai calabresi, si qualificano per la fase nazionale.

Fase nazionale che inizia, a sua volta, col botto per la formazione di Mister Raffaele che, giovedì 9 luglio, grazie a un gol al 95′ dell’instancabile França, batte, tra le mura amiche del Viviani, la forte Triestina di Carmine Gautieri.

Un’affermazione sofferta che porta l’entusiasmo ovviamente alle stelle. La squadra ci crede. Ai quarti di finale, lunedì 13 luglio, c’è la Reggio Audace di Massimiliano Alvini, arrivata seconda nel girone B alle spalle del Vicenza. Il match è tirato. I granata spingono, ma i rossoblù reggono.

França potrebbe fare 0-1 al 67′, ma il suo calcio di rigore finisce comodamente tra le braccia di Venturi. La partita finisce 0-0. Gli emiliani volano in semifinale, per i lucani il sogno promozione svanisce.

Il Potenza di Caiata: le salvezze del 2020-2021 e 2021-2022

Se le annate 2018-2019 e 2019-2020 hanno visto il Potenza in corsa per quella Serie B che nel capoluogo lucano manca addirittura dalla stagione 1967-1968, le annate ’20-’21 e ’21-’22 non sono certo all’altezza delle due precedenti.

La squadra, infatti, fatica, i risultati sono altalenanti. Nel 2020-2021 il gruppo si salva solo alla trentaseiesima giornata grazie al 2-1 casalingo ai danni del Monopoli. I punti conquistati, alla fine, sono 39 (10 vittorie, 9 pareggi e 17 sconfitte) in 36 partite giocate con appena 38 gol segnati e ben 52 subiti.

La stagione 2021-2022, poi, la si può vedere con la stessa lente di quella scorsa: risultati che stentano ad arrivare, sconfitte pesanti, pareggi incassati all’ultimo minuto e solamente 8 vittorie conquistate.

L’esclusione dal campionato del Catania che modifica un po’ la classifica, ma non più di tanto quella dei leoni che, grazie al pareggio con la Juve Stabia del sabato di Pasqua e anche alla disfatta della Vibonese contro l’Avellino, guadagnano la permanenza in Serie C per il quinto anno consecutivo.

Il quartultimo posto (quintultimo considerando il Catania in ultima posizione) con 37 punti (8 vittorie, 13 pareggi, 15 sconfitte, 37 gol fatti, 51 subiti), rappresenta infatti per i lucani quella salvezza diretta che, solo qualche mese fa, sembrava irraggiungibile.

Il pareggio per 1-1 nell’ultimo match stagionale in casa del Campobasso di Mirko Cudini è stata quindi l’ultima fatica per il gruppo di Mister Arleo che, chiusa questa complicatissima annata, pensa già a quello che sarà il campionato 2022-2023, il quinto consecutivo in Serie C per la formazione rossoblù.

ARTICOLO PRECEDENTE

Picerno, per la prima volta sei nei playoff

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

Il Potenza di Caiata: i numeri di cinque anni di gestione
I

Il Potenza di Caiata: dalla vittoria in Serie D fino alla permanenza in Serie C per il quinto anno consecutivo. Tra playoff e salvezze, tutti i numeri degli ultimi cinque anni della formazione rossoblù

Quando si parla del Potenza di Caiata si parla ovviamente di una realtà solida, strutturata. Una realtà le cui basi vengono gettate nel luglio del 2017, vale a dire nel momento in cui l’imprenditore potentino diventa socio di maggioranza e presidente della società.

Una società che molto bene aveva fatto nelle precedenti stagioni in Serie D, senza però riuscire a ottenere il tanto agognato passaggio in Serie C. È infatti con l’avvento del futuro deputato che la squadra cambia completamente registro. L’annata 2017-2018 è un successo: il Potenza vince il campionato con 81 punti, frutto di 25 vittorie, 6 pareggi e appena 3 sconfitte.

L’attacco (81 gol segnati) e la difesa (28 gol incassati) sono le migliori del torneo e i punti di vantaggio sulla Cavese, che chiude in seconda posizione, sono cinque. Da ricordare, poi, la striscia di sette vittorie consecutive ottenuta nelle prime sette partite della stagione. Sette partite in cui i rossoblù segnano ben 25 gol subendone appena 3.

La classifica marcatori, al termine del campionato, vede al comando Volpicelli del Francavilla con 29 reti, ma le 25 marcature dell’inesauribile Carlos França valgono molto di più.

La Serie C ritrovata dopo otto anni: la stagione 2018-2019

La promozione aritmetica in Serie C arriva domenica 29 aprile 2018 grazie alla vittoria interna, per 3-1, sul Taranto. Una promozione ottenuta con turno d’anticipo che riporta Potenza e il Potenza in Serie C a distanza di otto anni dall’ultima partecipazione.

La terza serie è il luogo in cui la compagine lucana merita di stare, ma è anche il luogo che si palesa subito angusto per i rossoblù che nelle prime quattro partite riescono a portare a casa solo due punti perdendo contro Catanzaro e Juve Stabia e impattando contro Monopoli e Paganese.

Bisogna infatti aspettare il 15 ottobre (sesta giornata) per festeggiare il primo successo stagionale che arriva grazie allo 0-2 sul campo del Rende. Per celebrare il primo trionfo tra le mura amiche del Viviani è necessario attendere, invece, il 3 novembre (decima giornata), giorno in cui i leoni sconfiggono per 3-1 il quotatissimo Catania.

Alla fine della regular season i potentini sono quinti in classifica, in piena zona playoff, con 57 punti, frutto di 14 vittorie, 15 pareggi e 7 sconfitte. I gol segnati sono 45 e quelli subiti 32. Capocannoniere della squadra, per il secondo anno di fila, Carlos França, autore di 11 gol.

I playoff iniziano alla grande per i rossoblù che buttano fuori prima il Rende e poi la Virtus Francavilla. Tuttavia, la fase nazionale si rivela, però, fatale per la formazione di Giuseppe Raffaele la quale, nei quarti di finale, non va oltre un 2-2 complessivo contro il Catania di Andrea Sottil che, grazie a questo risultato, in virtù del miglior piazzamento in graduatoria al termine della stagione regolare, estromette i lucani dalla corsa alla Serie B.

Il secondo anno consecutivo in Serie C: l’annata 2019-2020

Messa in archivio la stagione 2018-2019, il Potenza del presidente Caiata si appresta a un’altra stagione da protagonista nel girone C di Serie C. Il campionato inizia bene. I leoni vincono tre delle prime quattro partite e, come accaduto l’anno prima, stazionano costantemente nelle zone alte della classifica.

Alla vigilia della trentesima giornata i lucani sono a due punti dal terzo posto del Monopoli che domenica 8 marzo 2020 perde 1-0 in casa contro la Casertana. La gara con la Cavese del giorno dopo è l’occasione giusta per i rossoblù per andare a più uno sui pugliesi, ma il pareggio per 0-0 del Romeo Menti di Castellammare di Stabia vanifica tutto.

È questa l’ultima partita della stagione regolare. Il 10 marzo, infatti, visto il dilagare della pandemia di Coronavirus, la Figc sospende tutti i campionati. Si tratta di un provvedimento considerato inizialmente temporaneo, che diventa però definitivo il successivo 8 giugno, quando la federazione decide di dichiarare conclusa la regular season 2019-2020.

In virtù del quarto posto conquistato al termine delle 30 partite disputate fino a quel momento, il Potenza, con 57 punti (16 vittorie, 8 pareggi, 6 sconfitte), 36 gol segnati e 23 subiti accede quindi ai playoff.

Playoff dai quali i potentini estromettono subito il Catanzaro grazie all’1-1 interno del 5 luglio che premia i padroni di casa i quali, meglio posizionati in classifica rispetto ai calabresi, si qualificano per la fase nazionale.

Fase nazionale che inizia, a sua volta, col botto per la formazione di Mister Raffaele che, giovedì 9 luglio, grazie a un gol al 95′ dell’instancabile França, batte, tra le mura amiche del Viviani, la forte Triestina di Carmine Gautieri.

Un’affermazione sofferta che porta l’entusiasmo ovviamente alle stelle. La squadra ci crede. Ai quarti di finale, lunedì 13 luglio, c’è la Reggio Audace di Massimiliano Alvini, arrivata seconda nel girone B alle spalle del Vicenza. Il match è tirato. I granata spingono, ma i rossoblù reggono.

França potrebbe fare 0-1 al 67′, ma il suo calcio di rigore finisce comodamente tra le braccia di Venturi. La partita finisce 0-0. Gli emiliani volano in semifinale, per i lucani il sogno promozione svanisce.

Il Potenza di Caiata: le salvezze del 2020-2021 e 2021-2022

Se le annate 2018-2019 e 2019-2020 hanno visto il Potenza in corsa per quella Serie B che nel capoluogo lucano manca addirittura dalla stagione 1967-1968, le annate ’20-’21 e ’21-’22 non sono certo all’altezza delle due precedenti.

La squadra, infatti, fatica, i risultati sono altalenanti. Nel 2020-2021 il gruppo si salva solo alla trentaseiesima giornata grazie al 2-1 casalingo ai danni del Monopoli. I punti conquistati, alla fine, sono 39 (10 vittorie, 9 pareggi e 17 sconfitte) in 36 partite giocate con appena 38 gol segnati e ben 52 subiti.

La stagione 2021-2022, poi, la si può vedere con la stessa lente di quella scorsa: risultati che stentano ad arrivare, sconfitte pesanti, pareggi incassati all’ultimo minuto e solamente 8 vittorie conquistate.

L’esclusione dal campionato del Catania che modifica un po’ la classifica, ma non più di tanto quella dei leoni che, grazie al pareggio con la Juve Stabia del sabato di Pasqua e anche alla disfatta della Vibonese contro l’Avellino, guadagnano la permanenza in Serie C per il quinto anno consecutivo.

Il quartultimo posto (quintultimo considerando il Catania in ultima posizione) con 37 punti (8 vittorie, 13 pareggi, 15 sconfitte, 37 gol fatti, 51 subiti), rappresenta infatti per i lucani quella salvezza diretta che, solo qualche mese fa, sembrava irraggiungibile.

Il pareggio per 1-1 nell’ultimo match stagionale in casa del Campobasso di Mirko Cudini è stata quindi l’ultima fatica per il gruppo di Mister Arleo che, chiusa questa complicatissima annata, pensa già a quello che sarà il campionato 2022-2023, il quinto consecutivo in Serie C per la formazione rossoblù.

ARTICOLO PRECEDENTE

Picerno, per la prima volta sei nei playoff

ARTICOLI CORRELATI

ULTIMI ARTICOLI

Il Potenza di Caiata: i numeri di cinque anni di gestione
I

Il Potenza di Caiata: dalla vittoria in Serie D fino alla permanenza in Serie C per il quinto anno consecutivo. Tra playoff e salvezze, tutti i numeri degli ultimi cinque anni della formazione rossoblù

Quando si parla del Potenza di Caiata si parla ovviamente di una realtà solida, strutturata. Una realtà le cui basi vengono gettate nel luglio del 2017, vale a dire nel momento in cui l’imprenditore potentino diventa socio di maggioranza e presidente della società.

Una società che molto bene aveva fatto nelle precedenti stagioni in Serie D, senza però riuscire a ottenere il tanto agognato passaggio in Serie C. È infatti con l’avvento del futuro deputato che la squadra cambia completamente registro. L’annata 2017-2018 è un successo: il Potenza vince il campionato con 81 punti, frutto di 25 vittorie, 6 pareggi e appena 3 sconfitte.

L’attacco (81 gol segnati) e la difesa (28 gol incassati) sono le migliori del torneo e i punti di vantaggio sulla Cavese, che chiude in seconda posizione, sono cinque. Da ricordare, poi, la striscia di sette vittorie consecutive ottenuta nelle prime sette partite della stagione. Sette partite in cui i rossoblù segnano ben 25 gol subendone appena 3.

La classifica marcatori, al termine del campionato, vede al comando Volpicelli del Francavilla con 29 reti, ma le 25 marcature dell’inesauribile Carlos França valgono molto di più.

La Serie C ritrovata dopo otto anni: la stagione 2018-2019

La promozione aritmetica in Serie C arriva domenica 29 aprile 2018 grazie alla vittoria interna, per 3-1, sul Taranto. Una promozione ottenuta con turno d’anticipo che riporta Potenza e il Potenza in Serie C a distanza di otto anni dall’ultima partecipazione.

La terza serie è il luogo in cui la compagine lucana merita di stare, ma è anche il luogo che si palesa subito angusto per i rossoblù che nelle prime quattro partite riescono a portare a casa solo due punti perdendo contro Catanzaro e Juve Stabia e impattando contro Monopoli e Paganese.

Bisogna infatti aspettare il 15 ottobre (sesta giornata) per festeggiare il primo successo stagionale che arriva grazie allo 0-2 sul campo del Rende. Per celebrare il primo trionfo tra le mura amiche del Viviani è necessario attendere, invece, il 3 novembre (decima giornata), giorno in cui i leoni sconfiggono per 3-1 il quotatissimo Catania.

Alla fine della regular season i potentini sono quinti in classifica, in piena zona playoff, con 57 punti, frutto di 14 vittorie, 15 pareggi e 7 sconfitte. I gol segnati sono 45 e quelli subiti 32. Capocannoniere della squadra, per il secondo anno di fila, Carlos França, autore di 11 gol.

I playoff iniziano alla grande per i rossoblù che buttano fuori prima il Rende e poi la Virtus Francavilla. Tuttavia, la fase nazionale si rivela, però, fatale per la formazione di Giuseppe Raffaele la quale, nei quarti di finale, non va oltre un 2-2 complessivo contro il Catania di Andrea Sottil che, grazie a questo risultato, in virtù del miglior piazzamento in graduatoria al termine della stagione regolare, estromette i lucani dalla corsa alla Serie B.

Il secondo anno consecutivo in Serie C: l’annata 2019-2020

Messa in archivio la stagione 2018-2019, il Potenza del presidente Caiata si appresta a un’altra stagione da protagonista nel girone C di Serie C. Il campionato inizia bene. I leoni vincono tre delle prime quattro partite e, come accaduto l’anno prima, stazionano costantemente nelle zone alte della classifica.

Alla vigilia della trentesima giornata i lucani sono a due punti dal terzo posto del Monopoli che domenica 8 marzo 2020 perde 1-0 in casa contro la Casertana. La gara con la Cavese del giorno dopo è l’occasione giusta per i rossoblù per andare a più uno sui pugliesi, ma il pareggio per 0-0 del Romeo Menti di Castellammare di Stabia vanifica tutto.

È questa l’ultima partita della stagione regolare. Il 10 marzo, infatti, visto il dilagare della pandemia di Coronavirus, la Figc sospende tutti i campionati. Si tratta di un provvedimento considerato inizialmente temporaneo, che diventa però definitivo il successivo 8 giugno, quando la federazione decide di dichiarare conclusa la regular season 2019-2020.

In virtù del quarto posto conquistato al termine delle 30 partite disputate fino a quel momento, il Potenza, con 57 punti (16 vittorie, 8 pareggi, 6 sconfitte), 36 gol segnati e 23 subiti accede quindi ai playoff.

Playoff dai quali i potentini estromettono subito il Catanzaro grazie all’1-1 interno del 5 luglio che premia i padroni di casa i quali, meglio posizionati in classifica rispetto ai calabresi, si qualificano per la fase nazionale.

Fase nazionale che inizia, a sua volta, col botto per la formazione di Mister Raffaele che, giovedì 9 luglio, grazie a un gol al 95′ dell’instancabile França, batte, tra le mura amiche del Viviani, la forte Triestina di Carmine Gautieri.

Un’affermazione sofferta che porta l’entusiasmo ovviamente alle stelle. La squadra ci crede. Ai quarti di finale, lunedì 13 luglio, c’è la Reggio Audace di Massimiliano Alvini, arrivata seconda nel girone B alle spalle del Vicenza. Il match è tirato. I granata spingono, ma i rossoblù reggono.

França potrebbe fare 0-1 al 67′, ma il suo calcio di rigore finisce comodamente tra le braccia di Venturi. La partita finisce 0-0. Gli emiliani volano in semifinale, per i lucani il sogno promozione svanisce.

Il Potenza di Caiata: le salvezze del 2020-2021 e 2021-2022

Se le annate 2018-2019 e 2019-2020 hanno visto il Potenza in corsa per quella Serie B che nel capoluogo lucano manca addirittura dalla stagione 1967-1968, le annate ’20-’21 e ’21-’22 non sono certo all’altezza delle due precedenti.

La squadra, infatti, fatica, i risultati sono altalenanti. Nel 2020-2021 il gruppo si salva solo alla trentaseiesima giornata grazie al 2-1 casalingo ai danni del Monopoli. I punti conquistati, alla fine, sono 39 (10 vittorie, 9 pareggi e 17 sconfitte) in 36 partite giocate con appena 38 gol segnati e ben 52 subiti.

La stagione 2021-2022, poi, la si può vedere con la stessa lente di quella scorsa: risultati che stentano ad arrivare, sconfitte pesanti, pareggi incassati all’ultimo minuto e solamente 8 vittorie conquistate.

L’esclusione dal campionato del Catania che modifica un po’ la classifica, ma non più di tanto quella dei leoni che, grazie al pareggio con la Juve Stabia del sabato di Pasqua e anche alla disfatta della Vibonese contro l’Avellino, guadagnano la permanenza in Serie C per il quinto anno consecutivo.

Il quartultimo posto (quintultimo considerando il Catania in ultima posizione) con 37 punti (8 vittorie, 13 pareggi, 15 sconfitte, 37 gol fatti, 51 subiti), rappresenta infatti per i lucani quella salvezza diretta che, solo qualche mese fa, sembrava irraggiungibile.

Il pareggio per 1-1 nell’ultimo match stagionale in casa del Campobasso di Mirko Cudini è stata quindi l’ultima fatica per il gruppo di Mister Arleo che, chiusa questa complicatissima annata, pensa già a quello che sarà il campionato 2022-2023, il quinto consecutivo in Serie C per la formazione rossoblù.

ARTICOLO PRECEDENTE

Picerno, per la prima volta sei nei playoff

ARTICOLI CORRELATI

ULTIMI ARTICOLI