Home Editoriale Il riposo del “guerriero”. Per il Potenza due giorni di relax

Il riposo del “guerriero”. Per il Potenza due giorni di relax

611
0
CONDIVIDI
Il Potenza a Cerignola (GIUSEPPE DI TOMMASO)
Il Potenza a Cerignola (GIUSEPPE DI TOMMASO)

Il giusto riposo del “guerriero”. Due giorni pieni per “dissintossicarsi” dalle fatiche del campionato e per mentalizzare a pieno l’appuntamento con i quarti di finale di Coppa Italia.  Due giorni di relax totale per il Potenza prima di affrontare una settimana piena di lavoro (si ricomincia mercoledì pomeriggio) che si concluderà mercoledì 14 marzo al Monterisi di Cerignola con la partita “secca” che vale la semifinale di Coppa Italia. In casa rossoblù l’atmosfera è quella tipica di chi sa di essere vicino ad un traguardo importante. La festa dei tifosi davanti e dentro il “Viviani” al rientro della squadra da San Sebastiano al Vesuvio è stata vissuta con entusiasmo dal gruppo, pronto all’ultimo sforzo nelle restanti otto partite di campionato. Il vantaggio sulla seconda (+ 8), la crescita mentale e fisica, la personalità dei singoli (e dunque del gruppo intero)  sono i punti di forza sui quali costruire il segmento finale della stagione. “Noi non facciamo calcoli” ha detto mister Ragno dopo la vittoria sul Pomigliano “vogliamo vincerle tutte”. Una filosofia che il Potenza persegue da inizio stagione e che ha portato in dote i numeri record che tutti conosciamo. Ma anche in Coppa Italia il Potenza è pronto a giocarsela. Senza “se” e senza “ma”. Convinto di poter lasciare “traccia” nella propria storia calcistica e anche oltre. “Sarà un Potenza competitivo anche in Coppa” ha sentenziato più volte Ragno. E c’è da credergli. Il tecnico di Molfetta vuole tutto al pari della società e del presidente Salvatore Caiata che può, giustamente, godersi il suo momento d’oro. A Cerignola fra dieci gorni ci sarà da soffrire ma di certo i rossoblù faranno di tutto per ricevere un altro “rientro” trionfale.