martedì 23 Aprile 2024
spot_img

Capuano furioso: ” Se qualcuno pensa che io bluffo, possiamo andare nel mondo del ping pong”
C

DA STRETTOWEB.COM

Alla vigilia del match Acr Messina-Avellino il tecnico Eziolino Capuano è intervenuto in conferenza stampa. L’allenatore ha ovviamente parlato della lunga lista di indisponibili, tra infortunati e casi Covid, facendo ancora qualche riferimento alla gara disputata domenica scorsa in terra calabra: “nel calcio esistono gli infortunati, putroppo siamo sotto assedio di questa pandemia che non ci lascia. A Catanzaro è accaduto qualcosa che non doveva accadere. Perché si può anche obbligare una squadra a giocare in 8, ma quanto accaduto la scorsa settimana spero non accada a nessuno. Ci siamo autodenunciati, e se mettiamo il caso di domenica non avessimo trovato una farmacia aperta e non avessimo evidenziato altri positivi, la partita si sarebbe giocata? Siamo stati mezza giornata davanti ad una farmacia, siamo arrivati a 40 minuti dal fischio d’inizio e non ci è stato neppure permesso di posticipare anche di 15 minuti la gara per fare il riscaldamento come si doveva. La settimana è trascorsa in maniera difficile, siamo stati chiusi come una bolla, dal campo di allenamento all’asporto a casa. Purtroppo è accaduto a noi, ma poteva andar così a chiunque”.

PROVVEDIMENTE DELLA SOCIETA’ – “La società è formata da uomini di grande spessore, chi di dovere ha parlato con gli enti preposti. Non ho niente da dire, solo mi auguro non accada più. Se non ci fossimo messi a cercare una farmacia a Catanzaro, la gara si sarebbe giocata lo stesso?”.

INFORTUNATI – “Se qualcuno pensa che io bluffo, possiamo andare nel mondo del ping pong. Domani mattina faremo un nuovo giro di tamponi, spero almeno di recuperare qualche infortunato perché siamo al lastrico. Non mi permetto di giocare sull’incolumità di ragazzi di 20 anni, se qualcuno lo vuole gli consiglio di andare ad Alcatraz. Ci saranno calciatori che hanno giocato meno e domani andranno in campo, sono sicuro mi daranno risposte importanti”.

AVELLINO – “Ha un attacco di categoria, se tanti giocatori sono andati in rete significa che è bravo l’allenatore. Braglia non ha bisogno di presentazioni, la storia parla per lui. Nel preparare la gara siamo molto attenti, conosciamo le caratteristiche degli avversari, qualunque sia il modulo con il quale scenderà in campo. Cercheremo di prendere qualche vantaggio dove pensiamo possano avere qualche disfunzione. L’organico ha un organico nettamente superiore alla categorie, ma avremo lo stesso rispetto con il quale abbiamo affrontato le altre squadre, senza timore reverenziale”.

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -spot_img