lunedì 15 Luglio 2024

Trocini categorico: “Chi non è felice di stare qui non giocherà ed andrà via”
T

Bruno Trocini nell’analizzare in conferenza stampa la gara contro il Campobasso manda un messaggio chiaro agli scontenti dello spogliatoio rossoblù: “Rimaniamo competitivi lo stesso nonostante le assenze, inutile cercare scusanti. Non vedo la giusta armonia nello spogliatoio dal punto di vista dell’attenzione, le voci di mercato possono disturbare e incidere sull’andamento della squadra. Andranno fatte delle scelte precise in questo senso e giocherà chi avrà voglia di essere parte di questa squadra. Chi non è felice oltre a non giocare potrà andare via”.

Le pressioni di classifica non devono rappresentare un ostacolo, ma uno stimolo per migliorare una situazione deficitaria. Il tecnico calabrese ha invitato i suoi a concentrarsi nuovamente solamente sulle vicende che riguardano il campo con attenzione e abnegazione: “Bisogna convivere con determinate pressioni, è il nostro lavoro. Se ci fosse più concorrenza tra i reparti si alzerebbe anche il livello degli allenamenti, ma attualmente questo non è possibile. Dobbiamo dare qualcosa in più. E’ necessario cambiare un po’ di cose anche sul mercato, ma è presto per tirare le somme. Più avanti ci penserà la società.
Appena avremo un gruppo omogeneo, la rosa cambierà volto e potremo riuscire a sfruttare anche i cinque cambi. Ciò non toglie che in passato potevamo fare in ogni caso risultato su campi dai quali siamo usciti a mani vuote. Non riusciamo a rimanere sul pezzo per più di due allenamenti. C’è bisogno di soldati rimanendo concentrati solo sul campo, diversamente ci facciamo male”.

Al Potenza i rinforzi serviranno prima possibile, cosa che Trocini ha già fatto presente: “La società sa che i nuovi eventuali arrivi di gennaio ci servirebbero entro la prima settimana e c’è voglia di intervenire per migliorare la rosa. Ovvio che per operare in entrata bisogna muoversi prima di tutto in uscita e poi sperare di trovare calciatori sul mercato che a loro volta sono stati liberati dalle società di appartenenza”.

Su Romero, l’allenatore del Potenza non ha usato giri di parole: “Il ragazzo ha sbagliato ed è stato anche multato. L’errore è grave ed evidente, sono sicuro che non si ripeterà”.

E naturalmente vietato fidarsi o sottovalutare il Campobasso: “Non esistono partite facili, loro giocano a calcio e attaccano con tanti uomini. Erano considerati come squadre rivelazione fino ad un mese fa”.

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

Trocini categorico: “Chi non è felice di stare qui non giocherà ed andrà via”
T

Bruno Trocini nell’analizzare in conferenza stampa la gara contro il Campobasso manda un messaggio chiaro agli scontenti dello spogliatoio rossoblù: “Rimaniamo competitivi lo stesso nonostante le assenze, inutile cercare scusanti. Non vedo la giusta armonia nello spogliatoio dal punto di vista dell’attenzione, le voci di mercato possono disturbare e incidere sull’andamento della squadra. Andranno fatte delle scelte precise in questo senso e giocherà chi avrà voglia di essere parte di questa squadra. Chi non è felice oltre a non giocare potrà andare via”.

Le pressioni di classifica non devono rappresentare un ostacolo, ma uno stimolo per migliorare una situazione deficitaria. Il tecnico calabrese ha invitato i suoi a concentrarsi nuovamente solamente sulle vicende che riguardano il campo con attenzione e abnegazione: “Bisogna convivere con determinate pressioni, è il nostro lavoro. Se ci fosse più concorrenza tra i reparti si alzerebbe anche il livello degli allenamenti, ma attualmente questo non è possibile. Dobbiamo dare qualcosa in più. E’ necessario cambiare un po’ di cose anche sul mercato, ma è presto per tirare le somme. Più avanti ci penserà la società.
Appena avremo un gruppo omogeneo, la rosa cambierà volto e potremo riuscire a sfruttare anche i cinque cambi. Ciò non toglie che in passato potevamo fare in ogni caso risultato su campi dai quali siamo usciti a mani vuote. Non riusciamo a rimanere sul pezzo per più di due allenamenti. C’è bisogno di soldati rimanendo concentrati solo sul campo, diversamente ci facciamo male”.

Al Potenza i rinforzi serviranno prima possibile, cosa che Trocini ha già fatto presente: “La società sa che i nuovi eventuali arrivi di gennaio ci servirebbero entro la prima settimana e c’è voglia di intervenire per migliorare la rosa. Ovvio che per operare in entrata bisogna muoversi prima di tutto in uscita e poi sperare di trovare calciatori sul mercato che a loro volta sono stati liberati dalle società di appartenenza”.

Su Romero, l’allenatore del Potenza non ha usato giri di parole: “Il ragazzo ha sbagliato ed è stato anche multato. L’errore è grave ed evidente, sono sicuro che non si ripeterà”.

E naturalmente vietato fidarsi o sottovalutare il Campobasso: “Non esistono partite facili, loro giocano a calcio e attaccano con tanti uomini. Erano considerati come squadre rivelazione fino ad un mese fa”.

ARTICOLI CORRELATI

ULTIMI ARTICOLI

Trocini categorico: “Chi non è felice di stare qui non giocherà ed andrà via”
T

Bruno Trocini nell’analizzare in conferenza stampa la gara contro il Campobasso manda un messaggio chiaro agli scontenti dello spogliatoio rossoblù: “Rimaniamo competitivi lo stesso nonostante le assenze, inutile cercare scusanti. Non vedo la giusta armonia nello spogliatoio dal punto di vista dell’attenzione, le voci di mercato possono disturbare e incidere sull’andamento della squadra. Andranno fatte delle scelte precise in questo senso e giocherà chi avrà voglia di essere parte di questa squadra. Chi non è felice oltre a non giocare potrà andare via”.

Le pressioni di classifica non devono rappresentare un ostacolo, ma uno stimolo per migliorare una situazione deficitaria. Il tecnico calabrese ha invitato i suoi a concentrarsi nuovamente solamente sulle vicende che riguardano il campo con attenzione e abnegazione: “Bisogna convivere con determinate pressioni, è il nostro lavoro. Se ci fosse più concorrenza tra i reparti si alzerebbe anche il livello degli allenamenti, ma attualmente questo non è possibile. Dobbiamo dare qualcosa in più. E’ necessario cambiare un po’ di cose anche sul mercato, ma è presto per tirare le somme. Più avanti ci penserà la società.
Appena avremo un gruppo omogeneo, la rosa cambierà volto e potremo riuscire a sfruttare anche i cinque cambi. Ciò non toglie che in passato potevamo fare in ogni caso risultato su campi dai quali siamo usciti a mani vuote. Non riusciamo a rimanere sul pezzo per più di due allenamenti. C’è bisogno di soldati rimanendo concentrati solo sul campo, diversamente ci facciamo male”.

Al Potenza i rinforzi serviranno prima possibile, cosa che Trocini ha già fatto presente: “La società sa che i nuovi eventuali arrivi di gennaio ci servirebbero entro la prima settimana e c’è voglia di intervenire per migliorare la rosa. Ovvio che per operare in entrata bisogna muoversi prima di tutto in uscita e poi sperare di trovare calciatori sul mercato che a loro volta sono stati liberati dalle società di appartenenza”.

Su Romero, l’allenatore del Potenza non ha usato giri di parole: “Il ragazzo ha sbagliato ed è stato anche multato. L’errore è grave ed evidente, sono sicuro che non si ripeterà”.

E naturalmente vietato fidarsi o sottovalutare il Campobasso: “Non esistono partite facili, loro giocano a calcio e attaccano con tanti uomini. Erano considerati come squadre rivelazione fino ad un mese fa”.

ARTICOLI CORRELATI

ULTIMI ARTICOLI