domenica 14 Luglio 2024

Murano, un “Samurai” pronto a diventare lupo
M

DA OTTOPAGINE.IT

Jacopo Murano è un calciatore dell’Avellino. L’attaccante arriva dal Perugia titolo definitivo: contratto sino al 30 giugno 2024Come anticipato da Ottopagine.it, la dirigenza irpina ha rotto gli indugi lo scorso lunedì. Nella giornata di ieri è stato raggiunto l’accordo per il trasferimento all’ombra del Partenio e sulla formula per definire l’operazione, che sarà perfezionata, in giornata, con la firma di Murano che, salvo slittamenti per tempi tecnici o burocratici, oggi sosterrà pure il primo allenamento alla corte di Braglia.

Dopo aver visto sfumare Pietro Iemmello, accasatosi al Catanzaro, il presidente D’Agostino è sceso in campo in prima persona per imprimere un’accelerazione ai negoziati intessendo un dialogo diretto con il presidente Santopadre in modo da stringere i tempi dopo i costanti contatti, intensificati negli ultimi giorni, tra i direttori sportivi Di Somma Giannitti.

Murano, che compirà 31 anni il prossimo 14 febbraio, era nel mirino dell’Avellino già dalla scorsa estate, ma ha provato a giocarsi le sue carte in Serie B iniziando col piede giusto (gol alla prima giornata di campionato) prima di perdere gradualmente terreno nelle gerarchie del tecnico Alvini.

Prima punta moderna, tutt’altro che statico seppur dotato di un’ottima struttura fisica, rapido ed esplosivo: Murano rappresenterà più di una semplice alternativa a Maniero, con cui potrebbe giocare tranquillamente in tandem, in un attacco a due, ma anche a Kanoute Micovschi essendo un mancino in grado di giocare come esterno di attacco a destra, sulla trequarti o in un tridente.

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

Murano, un “Samurai” pronto a diventare lupo
M

DA OTTOPAGINE.IT

Jacopo Murano è un calciatore dell’Avellino. L’attaccante arriva dal Perugia titolo definitivo: contratto sino al 30 giugno 2024Come anticipato da Ottopagine.it, la dirigenza irpina ha rotto gli indugi lo scorso lunedì. Nella giornata di ieri è stato raggiunto l’accordo per il trasferimento all’ombra del Partenio e sulla formula per definire l’operazione, che sarà perfezionata, in giornata, con la firma di Murano che, salvo slittamenti per tempi tecnici o burocratici, oggi sosterrà pure il primo allenamento alla corte di Braglia.

Dopo aver visto sfumare Pietro Iemmello, accasatosi al Catanzaro, il presidente D’Agostino è sceso in campo in prima persona per imprimere un’accelerazione ai negoziati intessendo un dialogo diretto con il presidente Santopadre in modo da stringere i tempi dopo i costanti contatti, intensificati negli ultimi giorni, tra i direttori sportivi Di Somma Giannitti.

Murano, che compirà 31 anni il prossimo 14 febbraio, era nel mirino dell’Avellino già dalla scorsa estate, ma ha provato a giocarsi le sue carte in Serie B iniziando col piede giusto (gol alla prima giornata di campionato) prima di perdere gradualmente terreno nelle gerarchie del tecnico Alvini.

Prima punta moderna, tutt’altro che statico seppur dotato di un’ottima struttura fisica, rapido ed esplosivo: Murano rappresenterà più di una semplice alternativa a Maniero, con cui potrebbe giocare tranquillamente in tandem, in un attacco a due, ma anche a Kanoute Micovschi essendo un mancino in grado di giocare come esterno di attacco a destra, sulla trequarti o in un tridente.

ARTICOLI CORRELATI

ULTIMI ARTICOLI

Murano, un “Samurai” pronto a diventare lupo
M

DA OTTOPAGINE.IT

Jacopo Murano è un calciatore dell’Avellino. L’attaccante arriva dal Perugia titolo definitivo: contratto sino al 30 giugno 2024Come anticipato da Ottopagine.it, la dirigenza irpina ha rotto gli indugi lo scorso lunedì. Nella giornata di ieri è stato raggiunto l’accordo per il trasferimento all’ombra del Partenio e sulla formula per definire l’operazione, che sarà perfezionata, in giornata, con la firma di Murano che, salvo slittamenti per tempi tecnici o burocratici, oggi sosterrà pure il primo allenamento alla corte di Braglia.

Dopo aver visto sfumare Pietro Iemmello, accasatosi al Catanzaro, il presidente D’Agostino è sceso in campo in prima persona per imprimere un’accelerazione ai negoziati intessendo un dialogo diretto con il presidente Santopadre in modo da stringere i tempi dopo i costanti contatti, intensificati negli ultimi giorni, tra i direttori sportivi Di Somma Giannitti.

Murano, che compirà 31 anni il prossimo 14 febbraio, era nel mirino dell’Avellino già dalla scorsa estate, ma ha provato a giocarsi le sue carte in Serie B iniziando col piede giusto (gol alla prima giornata di campionato) prima di perdere gradualmente terreno nelle gerarchie del tecnico Alvini.

Prima punta moderna, tutt’altro che statico seppur dotato di un’ottima struttura fisica, rapido ed esplosivo: Murano rappresenterà più di una semplice alternativa a Maniero, con cui potrebbe giocare tranquillamente in tandem, in un attacco a due, ma anche a Kanoute Micovschi essendo un mancino in grado di giocare come esterno di attacco a destra, sulla trequarti o in un tridente.

ARTICOLI CORRELATI

ULTIMI ARTICOLI