martedì 16 Luglio 2024

L’inamovibile
L

Per il momento una sola figura sarebbe riconfermata
Società, stadio e squadra. Sono queste le tre “Esse” che negli ultimi giorni stanno prendendo il sopravvento in casa rossoblù. Il neo patron Donato Macchia lavora su tre fronti: quello relativo alla composizione dell’organigramma societario con un occhio al “Viviani” e un primo pensiero rivolto al lato tecnico. Se abbiamo già parlato del ritiro che con molta probabilità si svolgerà a Rifreddo, è ancora prematuro fare previsioni su chi sarà la guida tecnica. I due ruoli che sembrerebbero già assegnati potrebbero essere quello di amministratore delegato che ricoprirà Nicola Macchia (figlio del nuovo presidente) e di team manager che spetterà nuovamente a Peppe Lolaico che fungerà da trait d’union tra il passato e il futuro.

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

L’inamovibile
L

Per il momento una sola figura sarebbe riconfermata
Società, stadio e squadra. Sono queste le tre “Esse” che negli ultimi giorni stanno prendendo il sopravvento in casa rossoblù. Il neo patron Donato Macchia lavora su tre fronti: quello relativo alla composizione dell’organigramma societario con un occhio al “Viviani” e un primo pensiero rivolto al lato tecnico. Se abbiamo già parlato del ritiro che con molta probabilità si svolgerà a Rifreddo, è ancora prematuro fare previsioni su chi sarà la guida tecnica. I due ruoli che sembrerebbero già assegnati potrebbero essere quello di amministratore delegato che ricoprirà Nicola Macchia (figlio del nuovo presidente) e di team manager che spetterà nuovamente a Peppe Lolaico che fungerà da trait d’union tra il passato e il futuro.

ARTICOLI CORRELATI

ULTIMI ARTICOLI

L’inamovibile
L

Per il momento una sola figura sarebbe riconfermata
Società, stadio e squadra. Sono queste le tre “Esse” che negli ultimi giorni stanno prendendo il sopravvento in casa rossoblù. Il neo patron Donato Macchia lavora su tre fronti: quello relativo alla composizione dell’organigramma societario con un occhio al “Viviani” e un primo pensiero rivolto al lato tecnico. Se abbiamo già parlato del ritiro che con molta probabilità si svolgerà a Rifreddo, è ancora prematuro fare previsioni su chi sarà la guida tecnica. I due ruoli che sembrerebbero già assegnati potrebbero essere quello di amministratore delegato che ricoprirà Nicola Macchia (figlio del nuovo presidente) e di team manager che spetterà nuovamente a Peppe Lolaico che fungerà da trait d’union tra il passato e il futuro.

ARTICOLI CORRELATI

ULTIMI ARTICOLI