mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img

Foggia, tre nomi da regalare a Cudini
F

Fonte: Calcio Foggia.it

Ancora tante nubi in casa Foggia. La ricostruzione al momento è molto lenta, complice ovviamente le varie beghe avute (e che ancora avverranno) con la giustizia sportiva. La rosa al servizio di Cudini è ancora in fase di costruzione e nonostante le varie ufficialità mancano tanti tasselli per completare il puzzle.

LA PANORAMICA. La porta è stata rivoluzionata con l’arrivo di Tommaso Cucchietti, che finora però non è mai passato sotto la lente d’ingrandimento dei tifosi in gare ufficiali (in Coppa Italia, contro il Catanzaro, era presente Dalmasso). Per quanto riguarda la difesa l’ultimo arrivo è quello di Manuel Marzupio: per rinforzare il 4-3-3 di Cudini, urge sicuramente un intervento per migliorare il reparto. È stato decisamente più attivo il mercato relativo al centrocampo, con i tesseramenti dei giovanissimi Martini, Marino e Rossi. Infine sono arrivati dalla Serie D il terzino Di Modugno e l’esterno Antonacci. E’ chiaro che però sono ancora tante le tessere che mancano per completare la rosa rossonera. Negli ultimi giorni, mentre la squadra era impegnata in Umbria per il ritiro, la dirigenza ha ufficializzato esclusivamente l’arrivo di Marzupio ma ci sono tante piste ancora in stand-by. Come ad esempio quella per Riccardo Gatti, difensore centrale classe 97 attualmente tesserato con il Catanzaro. Ma l’obiettivo numero uno per quanto riguarda la retroguardia rimane ancora Ivan Kontek, per il quale il Foggia ha avviato le trattative già da inizio luglio.

LA NUOVA IDEA. Per la regia permane l’interesse anche per Federico Mastropietro: il classe ’99 è rimasto svincolato dopo aver disputato l’ultima stagione tra Virtus Francavilla e Viterbese. Ma il ds rossonero Belviso non sta lavorando soltanto sul fronte entrate. Infatti andrebbero ceduti gli esuberi della rosa. Al momento sono quattro: il portiere Nobile (assente dai campi da inizio febbraio), i centrocampisti Odjer e Vacca ed infine l’attaccante Vuthai (in rientro da un prestito al Novara, dove ha segnato solo tre reti). C’è poi da sottolineare il caso Frigerio: il centrocampista – uno dei migliori elementi della squadra della passata stagione – non ha preso parte al ritiro pre-campionato in Umbria. Su di lui al momento ci sono le sirene del Como: all’ex Milan sarebbe gradito un salto di categoria.

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -spot_img