mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img

Benevento scatenato: in chiusura Berra del Sudtirol
B

Fonte: Ntr24.tv

Dopo Pinato, Marcello Carli non si ferma più. Oggi si chiude per Berra, mentre per Agazzi manca l’ok della Ternana. Come riporta Il Mattino “da ieri Marco Pinato è un giocatore del Benevento, ed è il quarto acquisto per la stagione 2023/24 dopo Bolsius, Benedetti e Meccariello. Non appena c’è stata la certezza di definire la cessione in prestito di Koutsoupias al Bari, ecco la svolta per un calciatore che già era stato bloccato dallo stesso Carli nei giorni scorsi. Pinato era solo in attesa di una chiamata: ieri mattina alle 9.00 in punto è arrivato in città, ha effettuato le visite mediche e apposto la sua firma su un contratto triennale (poi anche ufficializzato)”.

Ma secondo l’edizione sannita del quotidiano napoletano non finisce qui. “Affare in chiusura anche per Filippo Berra, il terzino destro individuato come complementare ad El Kaouakibi – spiega il giornale – che ha ancora bisogno di migliorare nella fase difensiva. Una intesa di massima tra Marcello Carli e il suo procuratore, Danilo Caravello, è stata già raggiunta, così come c’è da giorni la disponibilità del ragazzo di Cividale del Friuli, stesso paese d’origine di Crisetig, a vestire la maglia giallorossa. Il Sudtirol lo lascia partire perché lo ha già sostituito con Ghiringhelli e si libererà senza nulla a pretendere di un contratto pesante. Restano solo piccoli dettagli di natura negoziale da limare (Berra ha ancora due anni di contratto, perché a dicembre è stata esercitata dal club altoatesino pure l’opzione di rinnovo) ma da oggi potrà essere considerato anche lui a tutti gli effetti un calciatore del Benevento. Per Berra è pronto un accordo fino al 2026”.

“Ad horas – prosegue il giornale – potrebbe toccare pure a Davide Agazzi, altro blitz di Carli che dopo il pacchetto delle mezzali sinistre con Pinato, intende sistemare anche quello degli interni destri con il centrocampista della Ternana, anche lui pronto a firmare un triennale. Nel suo caso però potrebbe essere necessario qualche giorno in più: la Ternana non è convinta al 100% di privarsi del calciatore (che nel frattempo sta smaltendo una lesione al retto femorale rimediata in ritiro che lo tiene fermo dal primo agosto) che invece vuole fortemente il Benevento (che lo farà sentire al centro del progetto) e vorrebbe vedere al più presto completato il suo passaggio al club sannita. Oggi nuovo tentativo di Carli per sbloccare la situazione e per ricevere finalmente l’ok al trasferimento da parte degli umbri”.

“E fin quando non arriva Agazzi – spiega nel dettaglio Il Mattino – la dirigenza giallorossa non lascerà andar via Mattia Viviani destinazione Cosenza. Questo perché Agazzi, che è sostanzialmente una mezzala, può dedicarsi anche ad agire, all’occorrenza, da regista basso”.

“Nel frattempo sul piano delle uscite si attende l’ufficialità della cessione di Koutsoupias al Bari, mentre per Tello si rifanno sotto due club. La linea dura della società continua – aggiunge il quotidiano – sia per il colombiano che per Acampora: senza la giusta offerta non vanno da nessuna parte. Il greco invece è stato accontentato: avrebbe dovuto lasciare il Sannio in prestito con diritto di riscatto fissato a un milione e mezzo di euro (il Benevento lo ha pagato 1 milione 200 mila alla Virtus Entella la scorsa estate), ma alla fine andrà in Puglia in prestito secco. Difficilmente infatti il club sannita il prossimo anno, ammesso che Koutsoupias faccia una stagione sfavillante in B, incasserebbe quella cifra dalla società di proprietà della famiglia De Laurentiis. Il Bari prende un 2001 con uno stipendio accessibile (140 mila) che non occupa slot in lista a costo zero, il Benevento si augura che la stagione in biancorosso finisca per valorizzare l’ellenico. Per Tello hanno ripreso a muoversi Pisa e Como, che hanno ripreso a mandare segnali. Risale ad un po’ di tempo fa infine la richiesta della Cremonese per il colombiano e Acampora: il Benevento per cederli entrambi aveva chiesto ai grigiorossi un milione e 300 mila euro!

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -spot_img