sabato 23 Settembre 2023
spot_img

Arleo il comandante buono: “Mi sento il papà di questi ragazzi. A Picerno vinta una battaglia, ci vuole ben altro per vincere la guerra”
A

Pasquale Arleo ha dimostrato di cambiare volto alla sua squadra che oggi ha acquisito equilibrio difensivo e la consapevolezza di poter inseguire la salvezza diretta. Il suo score personale è di 15 punti in 10 partite.
SITUAZIONE SQUADRA “Mi sento il papà di questa squadra e di questi ragazzi. Con loro ho usato bastone e carota a seconda delle situazioni avendo un ruolo da educatore da rispettare. Questo gruppo aveva smarrito la via maestra, oggi le cose sono cambiate”.
PALERMO AVVERSARIA DA TEMERE “Sono una macchina da guerra. Affrontarli alzerà notevolmente il nostro livello d’attenzione. La squadra di Baldini ha calciatori di categoria superiore. Tra domani e mercoledì farò qualche rotazione. Le energie nervose vanno preservate, in questo momento ho 15 titolari che verranno impiegati a turno. Non possiamo abbassare la guardia, a Picerno abbiamo vinto una battaglia ma ci vuole ben altro per vincere la guerra”.
SALVEZZA “Con 12-13 punti possiamo pensare di salvarci. Per fare questo dobbiamo vincere indipendentemente dalla caratura dell’avversario che incontreremo. Possiamo provarci, negli occhi dei miei calciatori vedo ad oggi che questa consapevolezza è presente”.
RICCI “E’ un ragazzo attaccato alla maglia. Domani verrà nuovamente in panchina, mercoledì contro la Paganese spero di poterlo utilizzare. Il suo atteggiamento mi è piaciuto, a Picerno l’ho convocato per farlo stare vicino ai compagni. Il suo carisma ci sarà utile”.
DIFESA GIOVANE “Matino e Cargnelutti sono ragazzi d’oro e professionisti seri. Si allenano sempre a mille, hanno dimostrato di valere la categoria e anche qualcosa in più. La nostra ripresa in termini di punti e rendimento è dovuta anche alla loro crescita”.

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -spot_img