mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img

Caiata: “Il mio percorso finisce a giugno. E al Potenza auguro…”
C

Il presidente Caiata torna a parlare e lo fa nel salotto di Sandro Maiorella ed Alfonso Pecoraro nella trasmissione “Potenza Rossoblu” dopo qualche mese: “Sono sereno, ho passato ultimi mesi di angoscia. Dopo la gara contro l’Avellino ho deciso di fare un passo indietro, ma rispettando gli impegni presi, soprattutto economici. Avevo fatto delle promesse ai tifosi relativamente al mercato di gennaio che ho rispettato. Sono felice di aver portato un attaccante importante come Cuppone”.

RIMPIANTI “Il nostro girone d’andata è stato disastroso per episodi avversi e infortuni. Anche nel girone di ritorno avremmo potuto fare qualche punto in più, penso a come sia finita la gara contro il Taranto”.

TROCINI : “Non rifarei questa scelta, non per l’uomo Trocini che rispetto e stimo. Evidentemente ci serviva un allenatore che cercasse più il risultato che il gioco. Anche noi magari non gli siamo stati vicino come meritava”

ASSENZA “Non mi avete visto in campo, ma non ho mai abbandonato la squadra. In questo momento non dobbiamo precluderci nulla, qui si vedono risultati strani. Prima di tutto è importante essere lontani dall’ultimo posto. In cinque anni ci siamo costruiti una certa credibilità che non possiamo perdere di certo oggi”.

COVID: “La trasferta di Reggio Emilia unita alla situazione Covid ci ha rovinati, segnando una svolta in negativo. Lo stadio è vuoto, le nuove generazioni non vivono più lo stadio. E’ una situazione che riguarda tutta la Serie C”.

BUCOLO: “A Rosario e a Mario Coppola chiedo pubblicamente scusa. Dovevano rimanere con noi. Non sono riuscito ad imporre questa scelta a Gallo. Entrambi faranno sempre parte della nostra famiglia”.

SITUAZIONE CATANIA :”Credo sia giusto far rispettare i regolamenti. Se ci sono inadempienze economiche è giusto deferire e penalizzare i club coinvolti. Noi in tema di bilanci abbiamo un fuoriclasse come Enzo Summa che ringrazio per tutto quello che ha fatto per noi”.

ESPERIENZA AL TERMINE E DISCORSO STADIO “A giugno andrò via indipendentemente da quello che sarà. Mi auguro che una volta fuori dal Potenza si possa costruire uno stadio nuovo. Avevo parlato anni fa di centro commerciale collegato ad un nuovo impianto. Oggi parlano le stesse persone che hanno reso il centro storico morto ed invivibile. Fanno i maestri proprio quelle persone che possiedono locali a Gallitello con costi di affitto spropositati. Bisogna informarsi e studiare prima di parlare. Lascerò il Potenza ma non Potenza. Ho una missione in questa città che voglio portare a termine per cercare di migliorarla”.

spot_img
spot_img

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -spot_img

ULTIMI ARTICOLI

- Advertisement -spot_img